Che cos’è la colite

La colite è un’affezione a carico dell’intestino colon la cui eziologia è varia.
Solitamente vengono distinti due grandi gruppi di coliche: infiammatorie e autoimmuni.
Sono contraddistinte da una sintomatologia fastidiosa come gonfiore, fastidio, diarrea, ulcera, sanguinamento.

Cosa mangiare con la colite 1
Essendo una parte dell’organismo molto delicata è necessario sottoporsi a un regime alimentare mirato e controllato per non peggiorarne i sintomi ma, piuttosto, alleviarli e supportare la guarigione.
In altri casi, quando sono proprio gli alimenti a provocare la colite, è obbligatorio eliminare i fattori di rischio (un esempio su tutti, la celiachia).

Cosa mangiare in caso di colite?

Per la colite è importante assumere alimenti opportunamente cotti, in special modo bolliti, cotti al vapore o in padella ma in maniera delicata e graduale.
Vanno bene tutti gli ortaggi, la frutta e le verdure cotte e crude ma senza buccia né semi.

Vanno bene i legumi passati ma senza esagerare dato che sono ricchi di fibre e potrebbero appesantire.
Sono consigliate le carni e i pesci magri, i grassi salutari come quelli contenuti nell’olio extravergine di oliva.

Cosa evitare in caso di colite?

Massima attenzione va data ai metodi di cottura.

Sono assolutamente da evitare le fritture, cotture prolungate, cotture aggressive come quella del brace o tutte quelle che bruciacchiano la superficie degli alimenti, infine carne, pesce e uova crude.
Da abolire anche tutti i cibi aggressivi e fastidiosi come:

  • alcool e caffè;
  • bevande gassate;
  • alimenti piccanti o speziati come peperoncino, zenzero, curry, ecc.;
  • frutta secca;
  • alimenti con la buccia (troppo complessi da digerire);
  • tutti gli alimenti che contengono lattosio;
  • tutti gli alimenti che contengono semi e semini;
  • legumi con buccia;
  • tutti i grassi, compresi gli idrogenati;
  • cioccolata;
  • qualsiasi alimento contenente dolcificante.

Cosa mangiare con la colite 2Cosa assumere per alleviare il dolore

Se la colite ha un’intensita’ dolorosa o troppo fastidiosa, esistono alcune bevande adatte ad alleviarne la gravità.
Basta acquistare delle foglie di mirtillo (secche) e farne un decotto per poter avere subito un miglioramento, allo stesso modo anche i mirtilli sono un toccasana.
Parlando di decotti, è consigliato anche l’uso di decotti di malva e altea.
Facile e veloce, la tisana al finocchio ha attività depurativa e antiossidante, oltre a diminuire la sintomatologia della colite.

Cosa mangiare con la colite 3
boiled vegetables

In erboristeria è possibile trovare anche un’acqua innovativa, con argilla disciolta, le cui qualità miracolose sono testimoniate da molti pazienti con patologie intestinali.

Come strutturare una dieta per colite

Per adottare un regime alimentare equilibrato è necessario inserire almeno 30 grammi al giorno di fibre alimentari (quindi non valgono pane e pasta integrali ed equivalenti).

Dato che la colite è molto sensibile alle differenze tra soggetto e soggetto, è consigliabile partire con pochi alimenti leggeri e anallergici (mela, pera, vitello, pollo, pesce bianco, agnello, ecc.) e aggiungere man mano qualcosa di nuovo, osservando come si comporta il proprio organismo per qualche giorno e promuoverlo o bocciarlo a seconda della reazione.