Cosa mangiare quando si ha troppa aria nello stomaco

Che cos’è l’aerofagia

L’aerofagia è la tendenza ad accumulare gas intestinali in seguito all’incorporamento di aria durante i pasti.

Il risultato è una sintomatologia tipica con episodi di emissioni di gas, eruttazioni e forti rumori intestinali.
I motivi che innescano questo accumulo di gas sono molteplici: dalla tendenza a mangiare con la bocca aperta al parlare durante i pasti, dall’utilizzo di gomme da masticare fino al mangiare in maniera frettolosa.




Cosa mangiare quando si ha troppa aria nello stomaco 1Oltre a queste cattive abitudini vi è anche la tendenza a scegliere alimenti sbagliati, rei della fermentazione degli zuccheri a livello dell’intestino e della cellulosa microbiota.
Pur non essendo pericolosa o dolorosa, può provocare imbarazzo e disagio perciò meglio correre ai ripari e correggere le proprie abitudini alimentari.

Le regole comportamentali

Prima di pensare alla dieta è bene ricordare alcune regole d’oro per evitare l’aerofagia.
Innanzitutto ricordare di mangiare ogni pasto lentamente, a bocca chiusa, evitando di parlare e di usare cannucce.

Meglio non sdraiarsi subito dopo il pasto ma fare una passeggiata o, meglio ancora, attività fisica.
Molti credono sia giusto eliminare le fibre dalla propria dieta ma, in realtà, è sbagliatissimo perché verrebbe a mancare una componente nutrizionale fondamentale nella dieta.




Piuttosto è meglio mangiarne in quantità moderata e in maniera graduale, stando bene attenti a cuocere tutte le verdure per rendere più digeribili le fibre e facilitare il lavoro dell’intestino.

Cosa mangiare quando si ha troppa aria nello stomaco 2
Per dare supporto alla flora intestinale è bene utilizzare periodicamente dei fermenti lattici.
Evitare di fumare, perché comporta l’inalamento di aria.
Durante il giorno è importante idratarsi in maniera adeguata e bere almeno due litri di acqua al giorno.

Cosa bisogna mangiare

La dieta contro l’aerofagia segue tutti gli step delle normali diete.
Si dovrà quindi mangiare cinque volte al giorno (colazione, due spuntini, pranzo e cena), mangiare di tutto e in maniera equilibrata.
Al termine di ogni pasto è consigliabile bere una tisana al finocchio, cumino o menta, per alleviare i sintomi aerofagici.

Cosa mangiare quando si ha troppa aria nello stomaco 3
Per quanto riguarda gli alimenti in specifico, vanno bene tutte le carni e i pesci magri, uova, formaggi stagionati, latte senza lattosio, verdure consentite (vedi le verdure vietate), cereali, frutta con particolare riguardo ai mirtilli che ostacolano la fermentazione.
Tutti gli altri alimenti (come insaccati, caseari, legumi, brassicacee, frutta secca, ecc) vanno consumati in maniera saltuaria.



Cosa bisogna evitare

Abolire tutte le bevande frizzanti e gassate per non aggiungere gas a quello già esistente nell’intestino.

Evitare tutti gli alimenti lievitati come pane in cassetta, mollica, focacce, dolci, ecc. Eliminare dalla tavola le salse pronte ed elaborate, i cibi che incorporano aria (come panna montata, frullati, frappe).

Non masticare gomme e caramelle e non utilizzare dolcificanti né prodotti con essi all’interno.
Qualora, nonostante le accortezze, non si risolvesse il problema è possibile acquistare dei preparati con enzima alfa-galattosidasi in grado di decomporre i fermenti contenuti in legumi e verdura, oppure consumare prodotti a base di carbone vegetale che legano le particelle di gas permettendo una rapida eliminazione.