Curcuma come anti ossidante

La curcuma è una spezia appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae, di cui fa parte anche lo zenzero, coltivata principalmente in India, in numerose zone dell’Asia ed in Africa

Utilizzata da secoli nella cultura indiana, sia come ingrediente in cucina sia a scopo terapeutico nella medicina ayurvedica, negli ultimi anni è diventata molto conosciuta anche in Occidente, grazie a numerosi studi scientifici che ne hanno evidenziato le numerose proprietà.

Curcuma come anti ossidante 1
Curcuma come anti ossidante 2

La curcuma contiene infatti, oltre a fruttosio, sali minerali, proteine ed acidi grassi, anche i curcuminoidi di cui il principale è la curcumina, pigmento che le conferisce il tipico colore giallo – arancio, e che riveste importanza nella prevenzione di patologie cardio – circolatorie e neoplastiche. 

I BENEFICI DELLA CURCUMA


Gli effetti medicinali e curativi della curcuma sono noti sin dai tempi antichi, utilizzato millenni fa dalla medicina auyrvedica indiana. 
Anche in Occidente ci si è resi conto delle numerose proprietà di questa spezia, tra cui: 

cura della pelle:

la curcumina, essendo ricca di antiossidanti, combatte i segni dell’invecchiamento e contrasta i radicali liberi, riducendo la formazione di rughe. Inoltre, le sue proprietà antinfiammatorie limitano le irritazioni e gli arrossamenti cutanei, riducendo anche la produzione di sebo e rendendo la pelle più compatta e luminosa.

controllo del peso:

la curcuma è ideale per le diete ipocaloriche in quanto aiuta ad accelerare il metabolismo e a ridurre la massa grassa, favorendo la perdita di peso. Apporta benefici anche al sistema digerente, riducendo infiammazioni di fegato e pancreas. 

sistema digestivo:

la curcuma è spesso consigliata in caso di sindrome dell’intestino irritabile, coliche biliari o stitichezza, poiché è un valido aiuto per ridurre l’infiammazione dell’intestino e migliorare i processi digestivi.

sistema cardiocircolatorio:

la curcumina presente nella spezia è in grado di eliminare l’eccesso di colesterolo cattivo LDL dalle arterie ed aumentare il colesterolo buono HDL, migliorando la salute generale del cuore e del sistema circolatorio. 

concentrazione:

questa spezia è in grado di stimolare l’attività del cervello, aumentando la concentrazione e la memoria e prevenendo degradazioni del sistema cognitivo che possono degenerare in malattie quali demenza senile e Alzheimer.

Inoltre, la curcuma è utile per abbassare i livelli di ansia e curare gli stati depressivi. 

sistema immunitario:

la curcumina è in grado di rafforzare il sistema immunitario proteggendo l’organismo dall’attacco di virus, batteri e funghi. 

prevenzione dei tumori:

numerose ricerche hanno evidenziato che la curcumina è un formidabile antiossidante, direttamente collegato alla diminuzione delle cellule maligne, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo del cancro al colon. 

Curcuma come anti ossidante 2

CURCUMA COME ANTIOSSIDANTE


Lo stretto legame tra l’assunzione di curcuma e il rallentamento delle cellule tumorali ha attirato l’interesse della comunità scientifica e clinica proprio sui benefici legati alla sua introduzione quotidiana nell’organismo. 
Gli studi e gli esperimenti in corso per confermare l’efficacia antitumorale della curcumina hanno finora evidenziato che essa sia in grado di intervenire nei processi di proliferazione e trasformazione delle cellule maligne, in particolare per quanto concerne i tumori del colon, della pelle e dello stomaco. 


In particolare, la Univeristy of California e l’Università di Pechino hanno recentemente scoperto che la curcumina è in grado di interagire con l’enzima DYRK2, inibendolo e bloccando la proliferazione delle cellule tumorali. 


La curcumina da sola, tuttavia, non è sufficiente come cura contro il cancro, e i ricercatori sono impegnati nel trovare un composto chimico che sia in grado di offrire nuove opportunità per il trattamento dei tumori. 

COME SI ASSUME LA CURCUMA


Date le sue numerose proprietà, è consigliato introdurre la curcuma all’interno della propria alimentazione quotidiana.
La curcuma è reperibile sul mercato tutto l’anno e si può acquistare sotto forma di radice o in polvere. 
La dose giornaliera dovrebbe essere di due cucchiaini da caffè; la polvere si può aggiungere a preparazioni come zuppe, salse, riso, carne, pesce o yogurt.
Per un potenziamento dei suoi effetti, si consiglia di assumerla insieme al pepe nero e a grassi buoni come quelli dell’olio extravergine di oliva e dell’olio di lino. 
Per chi non ama il sapore amarognolo e deciso di questa spezia sono comunque disponibili sul mercato diversi integratori sotto forma di compresse. 

EFFETTI COLLATERALI


Non esistono controindicazioni all’assunzione di curcuma per i soggetti sani. 
In caso di problemi di salute, è necessario consultare un medico prima dell’assunzione della spezia.

Lo stesso vale per la gravidanza e l’allattamento. 
In generale, in caso di insorgenza di disturbi quali nausea o diarrea è consigliabile ridurre o interromperne l’assunzione. 

Curcuma come anti ossidante 2

Leave a Reply