Cos’è la dieta del digiuno serale

Il digiuno è l’allontanamento di qualsiasi alimento dalla propria dieta. Le motivazioni che spingono al digiunare sono ampie: dalla depurazione interiore alle rivolte sociali, dal digiuno terapeutico a quello per dimagrire.

Sembra paradossale pensare di poter dimagrire semplicemente smettendo di mangiare ed effettivamente è una cattiva idea se non fosse per l’eccezione del digiuno serale, molto meno limitante e molto più salutare.

Il meccanismo è semplice, si evita di mangiare qualsiasi cosa dopo le 5 del pomeriggio. Il depurazione interioremotivo è per controbilanciare un pasto più ricco durante il giorno, per mantenersi leggeri nel momento più opportuno della giornata (la cena è il pasto meno importante) e per evitare di immettere calorie difficilmente bruciabili dato che solitamente dopo cena ci si rilassa sul divano o si va a dormire.

Senza contare che il metabolismo serale è molto più lento rispetto al giorno perciò meglio non sfidare la fisiologia ma usarla piuttosto a proprio favore. Basta seguire il digiuno serale per due settimane e togliere dai 2 ai 4 chili (a seconda del proprio metabolismo, del proprio sovrappeso e dell’aggiunta o meno di attività fisica).

>> Vedi offerta PIPERINA sul sito ufficiale <<

Come è strutturata la dieta del digiuno

Per partire con il piede giusto è bene iniziare la giornata con due bicchieri d’acqua naturale per poi procedere con una colazione leggera ma salutare prediligendo latte parzialmente scremato o latte vegetale, spremute, frutta fresca, tè, tisane, yogurt magro, 3 fette biscottate con un velo di marmellata, pane e bresaola o prosciutto crudo.

Ogni giorno bisogna variare e non scegliere mai una stessa colazione per due giorni consecutivi. Optare sempre per un elemento liquido e uno solido ed evitare cose zuccherate o troppo dolci.

Gli spuntini non sono necessari ma si consiglia di farne uno solo alle 16.30, poco prima dell’inizio del digiuno, per aiutarsi a resistere senza incombere in sgarri. Questo spuntino pomeridiano non deve essere leggero perciò va bene prepararsi un piccolo panino con formaggio light, carni magre, prosciutto cotto, accompagnati da molte verdure. Oppure è possibile fare un bel frullato o frappè con yogurt, latte e frutti preferiti.

Il pranzo è libero ma senza esagerare. non esagerare con i pastiAnche in questo caso è consigliabile variare continuamente per non abituare il corpo a mangiare sempre le stesse cose. La regola è mangiare 80 grammi di pasta 3 giorni a settimana con un contorno di verdure e un frutto, mangiare carne magra almeno due giorni a settimana con verdura in abbondanza e un frutto, pesce un solo giorno a settimana e due uova il restante giorno.

Le verdure devono sempre essere abbondanti, di stagione e condite con un filo di olio extravergine di oliva.

I metodi cottura da preferire sono al vapore, bolliti, al forno o alla griglia. Da escludere fritti e grassi.

A orario di cena è difficile non cedere alle tentazioni perciò è possibile bere liquidi in quantità ma non bevande gassate o zuccherate. Gli unici liquidi consentiti sono tisane a scelta, per depurare e drenare i liquidi in eccesso.

Sarà dura i primi tempi ma noterete subito un netto sgonfiore a partire dal terzo giorno.

>> Vedi offerta PIPERINA sul sito ufficiale <<