Sono tranti coloro che hanno problemi di feci a palline che possono essere elemento inconfondibile per quel che riguarda la stitichezza: ecco perciò alcune informazioni utili.

Feci dure e il pericolo stipsi

Bisogna considerare un aspetto fondamentale quando si parla di feci dure a pallini, ovvero la possibilità che si tratti di stipsi.

Infatti molti sono coloro che hanno questo tipo di problema e che si accorgono di espellere feci a palline che talvolta possono essere particolarmente dure.

Queste possono essere un segnale di stipsi, ovvero di un problema importante che comporta disturbi nell’espulsione delle feci.

Bisogna infatti sapere che questo tipo di problema ha origine a partire dall’intestino crasso, quel tratto deputato al riassorbimento dell’acqua.

Qualora le scorie dell’organismo stazionino in questa zona per troppo tempo potrebbe verificarsi un eccessivo riassorbimento di acqua che andrebbe a rendere le feci dure e causerebbe perciò l’espulsione a forma di palline.

L’importanza delle fibre nell’alimentazione

Sicuramente per quel che riguarda la regolarità intestinale, un’importanza cruciale è quella delle fibre. Queste vanno assimilate nelle giuste quantità mediante l’alimentazione.

Si tratta di quello che viene definito come un non-nutriente, ovvero sostanze che non vengono assimilate dall’organismo.

Ecco perché ciò significa che nel momento in cui si ingeriscono alimenti che contengono fibre, essi non vengono metabolizzati ma hanno comunque un’importanza cruciale all’interno dell’organismo.

Le fibre subiscono delle trasformazioni minime a livello del tratto digerente esse finiscono direttamente nel tratto intestinale.

Qui le fibre hanno una funzione di aumento del volume fecale garantendo così una certa regolarità e risultando importanti per evitare di espellere feci a palline, talvolta anche alquanto dure.

Tra gli alimenti che è meglio introdurre nel proprio regime alimentare per contrastare la stitichezza ci sono i legumi, le verdure, la frutta e anche i cereali.

Questi cibi contengono buone quantità di fibre efficaci per garantire la regolarità intestinale.

La disidratazione può incidere sull’espulsione di feci a palline?

Bisogna anche tener presente che un altro problema di un certo livello quando si parla di feci a palline correlate alla stitichezza può essere la disidratazione.

Far mancare l’acqua a livello dell’intestino può avere delle conseguenze problematiche dal punto di vista della regolarità intestinale.

E soprattutto può comportare veri e propri dolori durante la loro espulsione.

Tra le cause della produzione di feci a palline da parte dell’organismo umano va perciò annoverata anche una carenza di acqua.

Questa è frequente in coloro che nell’arco della giornata bevono pochi liquidi, soprattutto in caso di aumentato consumo come attività sportive o stili di vita particolarmente attivi.

Oltre a dover ricordare che è importante anche assumere delle buone quantità di frutta regolarmente nell’arco della giornata. Infatti esse contengono acqua, oltre alle utili fibre: chi non mangia frutta quotidianamente può maggiormente andare incontro a questo tipo di problema.

Altre cause correlate alle feci a palline

Ci sono comunque una serie di fattori che possono incidere quando si parla della produzione di feci a palline da parte dell’organismo umano.

Anche la carenza di attività fisica e di movimento regolare può comportare problemi. Infatti restando in movimento l’organismo riesce a regolarizzarsi maggiormente giorno dopo giorno.

Anche la sindrome dell’intestino irritabile, sempre più diffusa al giorno d’oggi, può incidere per chi si accorge di espellere feci a palline.

Oltre a dover considerare che al giorno d’oggi l’uso dei lassativi è diventato eccessivo e soprattutto scorretto.

Questi farmaci vanno usati per trattamenti di stitichezza di breve durata e non in maniera cronica.

Un loro abuso può determinare stipsi e anche la produzione di feci a palline che tendono ad indurirsi.

Senza dimenticare che anche l’utilizzo cronico di alcuni farmaci come le benzodiazepine, gli antiacidi e gli analgesici può causare problemi di stitichezza.

I principali rimedi per le feci a palline

Chi si accorge di espellere feci a palline ovviamente non può che mettersi alla ricerca di una idonea soluzione per porre rimedio.

Detto dell’importanza dell’assunzione corretta di fibre ed acqua, occorre precisare che ci sono anche altre soluzioni efficaci. A partire dall’utilizzo di prodotti contenenti fermenti lattici.

Questi non sono da intendere come veri e propri farmaci, se si parla di quelli in vendita nelle farmacie e parafarmacie. Essi agiscono andando ad incrementare la quantità di batteri che compongono la flora intestinale.

E sono utili soprattutto in coloro che hanno bisogno di regolarizzarsi. Per evitare di ricorrere a farmaci lassativi, si può optare anche per una serie di rimedi naturali che sono molto efficaci comunque.

Tra questi si possono citare, ad esempio, i lassativi naturali a base di senna, rabarbaro, frangola, oltre a psillio e malva. I prodotti a base di questi estratti sono consigliati per coloro che si accorgono di avere il problema della produzione di feci particolarmente dure.

SHARE