Ginkgo : Benefici e consumo

Il Ginkgo è un integratore alimentare molto ricercato ed utilizzato in Europa per le sue particolari proprietà benefiche, vediamo quali.

I benefici del Ginkgo

Questa pregiata pianta chiamata anche albero del capelvenere, è originaria della Cina ed è caratterizzata da forti principi attivi contenuti nelle sue foglie; si tratta di una pianta che resiste al freddo, alla mancanza di acqua, all’aggressione da parte di parassiti e di varie sostanze tossiche.

Le foglie del Ginkgo sono bilobate a forma di ventaglio e con delle caratteristiche nervature.

I frutti presentano una polpa dall’odore fetido e contengono proprietà irritanti se vengono toccati, sono inoltre tossici quindi non commestibili.

Grazie all’assunzione di questo integratore è possibile ovviare a problemi di memoria e di vertigini oltre che migliorare tutta la circolazione periferica specialmente per quanto riguarda gli arti inferiori.

Un’altra capacità attribuita al Ginkgo è la cattura efficace dei radicali liberi, quindi permette di ridurre agevolmente i segni dell’invecchiamento ed è particolarmente indicato anche per la cura di malattie bronchiali con broncospasmo.

Il Ginkgo contiene principi noti per i benefici che arrecano al corpo quali i flavonoidi, i bioflavonoidi e le catechine; grazie alla loro azione è possibile rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e prevenire l’insorgenza di vene varicose. Per chi poi soffre di perdite di memoria il Ginkgo consente il miglioramento progressivo delle abilità cognitive e della memoria a breve termine.

Altre patologie che si possono combattere con un integratore a base di Ginkgo sono le emicranie, le calvizie, la disfunzione erettile e i casi di insufficienza venosa.

Alcuni naturopati consigliano l’uso del Ginkgo anche in caso di problemi che interessano l’apparato visivo quali il glaucoma, ma anche per patologie come la depressione.

Si tratta quindi di una pianta dalle mille utilità terapeutiche, seconda nell’uso solo all’Aloe Vera.

Consumo del Ginkgo

Il Ginkgo si può trovare facilmente in commercio in forma di compresse o capsule, in tintura madre oppure si possono acquistare in erboristeria le sue foglie per la preparazione di infusi e decotti molto utili e rilassanti.

Ginkgo Biloba 6000 mg - 360 compresse - Adatto ai vegani - 1 anno di fornitura - SimplySupplements
15 Reviews
Ginkgo Biloba 6000 mg - 360 compresse - Adatto ai vegani - 1 anno di fornitura - SimplySupplements
  • CON FERRO: Ogni compressa contiene 120 mg di estratto di ginkgo di biloba e 2,1 mg di ferro, per migliorare i benefici di questo integratore.
  • 1 ANNO DI DURATA: Questa confezione da 360 compresse ha una durata di un anno se si assumono da una a due compresse al giorno.
  • ADATTO AI VEGANI: Questa formula è stata ideata per soddisfare tutti i nostri clienti vegani scegliendo solamente ingredienti di alta qualità.
  • QUALITÀ GARANTITA: Tutti i nostri integratori vengono realizzati in Europa seguendo gli standard GMP.

La dose consigliata è relativa ad una volta per giorno ed occorre prestare attenzione alla sua assunzione durante la gravidanza o l’allattamento.

Poiché è una sostanza fotosensibilizzante durante il periodo di cura è meglio non sottoporsi all’esposizione del sole o a quella di lampade abbronzanti che potrebbero pregiudicare la sua efficacia.

Si ricorda che trattandosi di sostanze naturali e prive di elementi tossici, per la loro assunzione, non presentano controindicazioni; nonostante ciò, nel caso in cui si seguano particolari cure a base di farmaci e sempre consigliato rivolgersi al medico di fiducia per stabilire la compatibilità con i trattamenti che si stanno seguendo.

Il Ginkgo si può trovare presso qualsiasi farmacia, erboristeria e in alcuni siti online che si occupano della vendita di prodotti per la bellezza e il benessere della persona, viene venduto anche in forma liquida contenuto in apposite fialette.

E’ sempre opportuno ricordare che questi integratori alimentari non sostituiscono le cure mediche prescritte per combattere queste patologie ma possono, se non ci sono indicazioni contrarie da parte del proprio medico, accompagnare efficacemente le terapie in corso.