invecchiamento della pelle e pigmentazione

L’invecchiamento della pelle, soprattutto quella del viso e la sua conseguente pigmentazione che dona un colorito spento, talvolta marrone, a volte grigiastro, colpisce tutti prima o poi.

Le tempistiche di invecchiamento variano da persona a persona, in base al patrimonio genetico, allo stile di vita, ma inesorabilmente questo problema si presenta.
Allora sorge spontaneo chiedersi se è possibile arrestarlo, porvi rimedio e come farlo.
Oggi la ricerca cosmetica ha ottenuto importanti risultati nel contrastare efficacemente il processo di invecchiamento della pelle.

Vi sono soluzioni mirate che in pochissimo tempo possono dare risultati sorprendenti.
Per capire quale sia il rimedio più adatto alle esigenze di ognuno è bene capire di cosa si tratta quando si parla di invecchiamento della pelle e pigmentazione e soprattutto come si possono arginare nello specifico.

Cosa sono l’invecchiamento della pelle e la pigmentazione

Con il passare degli anni la pelle del corpo, prima di tutto quella del viso perché è la più sottile e delicata, tende a perdere vitalità, freschezza, tonicità ed elasticità.
E’ un processo irreversibile che si manifesta anche con la comparsa delle prime rughe, e con l’aumentare dell’inspessimento della pelle, detto anche ipercheratosi, che rende il derma più opaco e a tratti più secco e tendente a squamarsi.
I segni del tempo che passa si manifestano anche con una eccessiva pigmentazione, ossia con la comparsa di quelle inestetiche, e tanto temute, macchie senili, che altro non sono che un eccessivo accumulo di melanina in aree circoscritte della pelle, di solito mani e viso.

Cosa causa l’invecchiamento della pelle

I fattori scatenanti dell’invecchiamento della pelle sono molteplici:

  1. predisposizione genetica, vi sono alcune persone che mostrano i segni dell’età, sul viso soprattutto, molto prima di altre, questo è dovuto a condizioni fisiologiche particolari già scritte nel patrimonio genetico;
  2. cause ambientali, l’inquinamento, primo fra tutti per esempio, riduce la capacità di ossigenazione della pelle, contribuendo a renderla meno tonica e più spenta.
    L’esposizione prolungata al freddo eccessivo così come al sole troppo forte, sono altri fattori ambientali che agiscono in maniera negativa irritando la pelle, disidratandola e sensibilizzandola.
    I raggi ultravioletti del sole poi, provocano una sovrapproduzione di melanina e quindi delle macchie cutanee;
  3. stile di vita, è dimostrato, che alcuni comportamenti scorretti come fumare o condurre una vita eccessivamente sregolata, sia in termini di alimentazione che di mancato riposo, in aggiunta allo stress quotidiano a cui tutti siamo sottoposti, conducano ad un precoce invecchiamento della pelle.

Sorge allora spontanea la domanda: è possibile prevenire, o quantomeno arginare e migliorare l’invecchiamento della pelle e la sua pigmentazione?
Per fortuna la risposta è positiva.

Rimedi all’invecchiamento della pelle e alla sua pigmentazione

E’ bene sottolineare che il processo progressivo di invecchiamento cutaneo inizia intorno ai 25 anni, anche se all’inizio non manifesta segni importanti.

Dopo i 30 anni possono iniziare a comparire le prime rughe, soprattutto quelle d’espressione, dopo i 40 i segni diventano sempre più evidenti, rughe che, via a via, divengono più profonde, macchie scure sulla pelle che tendono a progredire ed espandersi, così come la perdita di tono ed elasticità della pelle.

Se non si agisce tempestivamente, dopo i 50 anni questo processo di decadimento delle funzioni vitali del derma diventerà sempre più evidente e completamente irreversibile.
Le rughe saranno profonde, le macchie sempre più scure e concentrate in più zone del corpo e del viso, e l’intero aspetto della texture epidermica sarà stravolto nei suoi connotati originari.

E’ chiaro che prima si inizia a trattare la pelle con prodotti adeguati, prima sarà l’efficacia dei risultati mirati di prevenzione del suo invecchiamento.

E’ consigliabile iniziare un trattamento cosmetico con prodotti anti-aging già dai 28 anni.

Il rimedio più efficace da utilizzare per avere risultati garantiti e protratti nel tempo consiste nello scegliere una crema che sia polifunzionale, ossia che tenda a contrastare il processo di invecchiamento cutaneo su più fronti.
Che sia in grado di:

  • bloccare il processo di formazione delle rughe e lisciare le rughe più profonde già formate;
  • eliminare, dopo già poche applicazioni, la pigmentazione progressiva della pelle, e fare in modo non possa più riformarsi;
  •  uniformare il tono e l’aspetto della pelle anche al tatto, migliorandone l’estetica;
  • proteggere la pelle, con schermo UV, dalla radiazioni solari e dagli agenti atmosferici;
  •  idratare la pelle in profondità per restituirle elasticità e tonicità.
    Un prodotto capace di tutte queste azioni sinergiche è composto da.
  • collagene;
  •  lumisphere, che regola la produzione di melanina e schiarisce la pelle;
  • proteggono da sole, aria, freddo.

Questo tipo di crema può essere usato da tutti a partire dai 25 anni di età e non ha controindicazioni.