E’ possibile mangiare riso per dimagrire?

Dopo troppi strappi alla regola è necessario eliminare in poco tempo i chili di troppo? La dieta del riso è la soluzione giusta per dimagrire velocemente e ritornare presto in splendida forma.

Da sempre utilizzato nella cucina orientale, il riso è un cereale costituito dalla cariosside di una pianta erbacea delle Graminacee, l‘Oryza Sativa.

E' possibile mangiare riso per dimagrire? 1Con il suo contenuto del 90% di carboidrati, 7,5% di proteine e 1,3% di grassi, il riso risulta avere, rispetto alla pasta, più amido e meno proteine, ma di più alto valore biologico.

Facilmente digeribile e assorbibile, in quanto l’amido contenuto è composto da granuli minutissimi, è un alimento adatto anche ai celiaci per la bassa quantità di proteine che non consente la formazione di glutine.

Inoltre, contiene lisina, uno degli aminoacidi essenziali per il corretto funzionamento dell’organismo, e acidi grassi essenziali.

Fra i cereali, è quello con il minor potenziale allergico e ha un basso indice glicemico.

L’idea di studiare una vera e propria dieta del riso si deve al Dott. Walter Kempner che, nel 1939, cercò di curare in questo modo i pazienti affetti da insufficienza renale, ottenendo ottimi risultati.

E' possibile mangiare riso per dimagrire? 2Ma i principi della dieta si applicano con successo anche ai regimi ipocalorici, qualora si desideri dimagrire in fretta e senza troppi sacrifici.

Le caratteristiche e le proprietà nutrizionali rendono prezioso il riso in un regime dimagrante per diversi motivi, primo fra tutti la sua capacità disintossicante e depurativa: contenendo, infatti, poco sodio e molto potassio stimola la diuresi e permette al corpo di liberarsi dalle tossine.

E’ un alimento antiurico che, cioè, ha il potere di ridurre le concentrazioni di acido urico nel sangue.

E’ altamente saziante, in quanto assorbe nella cottura grandi quantità di liquido ed essendo un carboidrato complesso impiega più tempo per essere digerito.

Soprattutto nella variante integrale, fornisce un alto quantitativo di fibre che da un lato limitano l’assorbimento dei grassi e dall’altro contribuiscono al corretto funzionamento dell’intestino.

E' possibile mangiare riso per dimagrire? 3In che cosa consiste, dunque, la dieta del riso?

Occorre precisare che, se permette di smaltire velocemente e con poco sforzo il peso superfluo, si tratta di una dieta basata su pochi alimenti e per questo adatta per essere seguita solo da chi non soffre di particolari patologie e solo per periodi limitati di tempo: se c’è qualche dubbio meglio chiedere al medico di fiducia! Detto questo e con le dovute attenzioni, è un ottimo metodo per “asciugare” un po’ il fisico, prima di entrare in un regime alimentare corretto.

Vedere presto dei risultati è un bell’incentivo a proseguire il giusto percorso!

La prima fase della dieta è quella della disintossicazione, in cui si eliminano le tossine che possono ostacolare un regolare dimagrimento: in questo breve periodo si può mangiare in pratica solo riso, meglio se integrale, con la piccola aggiunta di un filo di olio extravergine di oliva e scarse verdure e frutta.

E' possibile mangiare riso per dimagrire? 4Ad esempio:

Colazione:

riso frullato con mezzo cucchiaino di miele, frutti rossi.

Pranzo:

riso bollito con un cucchiaino di olio extravergine di oliva e un frutto.

Cena:

minestra di riso con un cucchiaino d’olio extravergine di oliva e verdura lessata a parte.

Dopo questa fase, che non deve superare le due settimane, si procede alla seconda, in cui si aggiungono alla dieta altri elementi, quali formaggi magri, diversi cereali come miglio, quinoa, grano saraceno, amaranto; pesce magro e pollo.

Banditi tutti i grassi di origine animale.

E' possibile mangiare riso per dimagrire? 5Qualche esempio:

Colazione:

crema di riso con mezzo cucchiaino di miele e frutti rossi;
una tazza di riso bollito, frutta una tazza di riso bollito e una spremuta;
un bicchiere di latte di riso, tre gallette di riso con un velo di marmellata ipocalorica.

Pranzo:

una tazza di riso bollito con verdure lessate e un bicchiere di latte scremato;
una tazza di riso bollito con insalata;
una tazza di riso bollito con cavolo e spremuta;
una tazza d riso bollito con ricotta e pomodori.

Cena:

una tazza di riso bollito e merluzzo;
riso in brodo di pollo;
una tazza di riso bollito, verdure e un pugnetto di fagioli;

una tazza i riso bollito e petto di pollo.

Particolare attenzione deve essere rivolta alle cotture che devono essere preferibilmente alla piastra, a vapore, per lessatura ed inoltre non bisogna dimenticare di bere almeno due litri di acqua al dì.

Fra le varietà di riso più indicate ci sono il Basmati, Nero o Venere, Rosso o Selvaggio, mentre è opportuno integrare l’azione disintossicante del riso a quella di frutta e verdura con le stesse caratteristiche, ad esempio melograno e cavolo.

Dopo tre giorni di depurazione e nove di dimagrimento si potranno perdere circa cinque chili: non male!