La piperina previene il tumore al seno

Nella maggior parte dei casi, alcune persone non danno importanza alle loro scelte alimentari in quanto preferiscono prediligere il sapore di un buon piatto a tavola piuttosto che le proprietà nutrizionali contenute al suo interno.

Questa concezione comune del cibo, infatti, porta a dimenticare che alcuni elementi sono fondamentali da inserire nella nostra dieta in quanto contribuiscono a prevenire alcune malattie.

A questo proposito, ad esempio, vi è la piperina che, così come la curcuma, costituisce una spezia molto utile al fine di contrastare la formazione delle cellule staminali e prevenire la diffusione del tumore al seno.

Secondo quest’importante scoperta, infatti, alcuni studiosi dell’University of Michigan Comprehensive Cancer Center sostengono che le proprietà presenti nella piperina potrebbero anche sostituire quelle dei farmaci comuni.

Tra questi, vi sono il raloxifene ed il tamoxifene che intervengono direttamente sugli estrogeni ma molte donne preferiscono non assumerli in quanto questi medicinali contengono un alto livello di tossicità e sono molto costosi.

Perché, quindi, non preferire fonti mediche naturali e più attendibili come la curcuma e la piperina? Oltre a prevenire la comparsa delle cellule tumorali, infatti, esse possono essere inserite all’interno dei pasti rendendoli anche più buoni da mangiare.

Perché la piperina contrasta le cellule staminali

Oltre a costituire una delle sostanze più salutari per aromatizzare i piatti, il pepe nero rappresenta una spezia naturale ricca di alcaloidi, tra cui la piperina, nemici delle cellule tumorali, quest’ultime colpevoli della comparsa del tumore al seno nelle donne.

Uno dei principali vantaggi apportati dalla piperina per contrastare il cancro, infatti, riguarda il fatto che è in grado di aumentare l’assorbimento di altri principi attivi tra cui la curcumina, presente nella curcuma.

Anche se può essere integrata a qualsiasi regime alimentare per i suoi effetti salutari, è importante assumere questa spezia a seconda del proprio stato di salute in quanto essa potrebbe comportare delle gravi conseguenze in alcuni soggetti, in particolare, quelli afflitti da ipertensione, gastrite, emorroidi e ulcera gastrica.

I vantaggi della piperina per combattere il cancro

La piperina, essendo un alcaloide presente all’interno del pepe nero, contribuisce ad apportare una vasta gamma di benefici utili per contrastare la formazione di cellule tumorali nel seno e di migliorare in generale lo stato di salute dell’organismo.

Di seguito sono proposti alcune degli aspetti positivi legati al rapporto piperina e tumore.

La piperina migliora l’assunzione di altre sostanze

La piperina contribuisce a migliorare l’assunzione di una vasta gamma di sostanze come selenio, glucosio, vitamina B6, amminoacidi e curcumina, presente nella curcuma.

Questo costituisce un grande vantaggio per la salute generale dell’uomo in quanto se l’intero apparato funziona bene di conseguenza vi è una minore possibilità di sviluppare malattie gravi.

La curcuma, in particolare, è estremamente importante in quanto è stato dimostrato che rallenta la produzione di cellule staminali, prevenendo la diffusione di malattie cargerogene.

Inoltre, il processo di rallentamento di queste cellule avviene senza contrastare la presenza di quelle preesistenti.

La piperina utile per combattere il cancro al polmone

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che questa sostanza naturale è in grado di ridurre la comparsa di cellule tumorali, in particolare quelli del tessuto polmonare e del seno.

Dopo diversi esperimenti eseguiti su topi di laboratorio, infatti, gli scienziati hanno affermato che l’azione benefica della piperina ha riportato grandi risultati per quanto riguarda lo scioglimento dei noduli tumorali.

Questo rappresenta un enorme passo avanti nella lotta contro il cancro.