Problemi alla tiroide? La Piperina potrebbe aiutarti

L’ipotiroidismo è un deficit della ghiandola tiroidea che non produce abbastanza ormoni tiroidei. Le persone che soffrono di ipotiroidismo accusano la mancanza di energia, aumento del peso corporeo, capelli fragili, pelle secca, depressione, stipsi, dolori muscolari e intolleranza al freddo. Certo, questo problema non può essere curato solo con sostanze naturali, ma va assunto un farmaco specifico e successivamente si può integrare un prodotto naturale per contrastare i sintomi. La piperina è il prodotto giusto, stando sempre attenti ad assumere le dosi consigliate in un lasso di tempo non troppo lungo, come già accennato. Questo alcaloide, grazie alle sue proprietà dimagranti, permette di tenerne il peso sotto controllo, trasformando il grasso bruciato in energia per i muscoli. Problemi alla tiroide? La Piperina potrebbe aiutarti 1 Problemi alla tiroide? La Piperina potrebbe aiutarti 2 Grazie alle proprietà benefiche della piperina, anche gli altri sintomi dell’ipotiroidismo possono essere alleviati. In questo caso è bene sottolineare che la piperina non combatte il problema, semplicemente ne allieva la sintomatologia. Piperina e tiroide, un connubio inscindibile. Sì perché la ricerca scientifica ha dimostrato ormai da molto tempo come l’assunzione di questa sostanza abbia un effetto significativo sulla funzionalità della tiroide e sulla sua regolazione, anche se ai più è nota per il suo effetto dimagrante. In realtà la medicina orientale la utilizza addirittura da millenni per i suoi importanti effetti benefici sul corpo e sulla mente. Questo alcaloide del tutto naturale estratto dallo strato esterno delle bacche del pepe nero, infatti, è noto per le sue proprietà antiinfiammatorie, antiossidanti, antibatteriche… La tiroide è una piccola ghiandola a forma di farfalla posta sotto il pomo d’Adamo importantissima per la produzione dei cosiddetti ormoni tiroidei che partecipano attivamente nella regolazione di tantissimi processi fisiologici, come il livello di colesterolo nel sangue, la massa muscolare, il battito cardiaco, il ciclo mestruale, lo stato emotivo e mentale, la cute e i capelli… Ecco perchè una tiroide non funzionante provoca dei sintomi assolutamente non trascurabili. Inoltre, attraverso i suoi ormoni, la tiroide regola il metabolismo energetico: è per questo motivo che uno dei segni evidenti dei difetti tiroidei è la rapida variazione del peso corporeo. A seconda che si tratti di una tiroide troppo funzionante o, al contrario poco funzionante, quindi, si assisterà a un rapido dimagrimento o a un aumento del peso e, non esite dieta o attività fisica che permette di risolvere definitivamente il problema! L’utilizzo della piperina in soggetti che presentano quindi ipotiroidismo (la ghiandola non produce una quantità di ormoni sufficiente) può essere un valido aiuto sia perchè tende naturalmente a stimolare la tiroide nella sua attività di produzione degli ormoni, sia perchè allevia i sintomi associati. Quindi il vantaggio è duplice, dal momento che agisce sulla causa scatenante il problema, ma anche perchè contrasta tutti quei fastidiosi inconvenienti che accompagnano la vita di un soggetto affetto dalla patologia. La piperina perciò riduce il senso di stanchezza generale e di malavoglia, facilita la concentrazione, ha degli effetti evidenti nella regolazione del peso corporeo (naturalmente con una certa attenzione all’alimentazione e all’attività fisica) e migliora lo stato mentale e psichico. Chi soffre di problemi della tiroide, infatti, molto spesso attraversa stadi di ansia, nervosimo, apatia che possono arrivare a sfociare addirittura nella depressione. Gli stessi studi scientifici e gli esperimenti clinici via via condotti, comunque, hanno anche dimostrato che il suo effetto non è totale ed esclusivo, per cui diventa fondamentale il suo utilizzo associato a una cura farmacologica vera e propria. Insomma, allevia i sintomi e aiuta a risolvere i problemi tiroidei, ma, da sola, non è in grado di eliminarli! La sua assunzione giornaliera non deve comunque mai superare un dosaggio massimo di 5 milligrammi, questo perchè un abuso può provocare infiammazioni a livello della mucosa dell’apparato gastrointestinale, può alterare il ciclo circadiano del sonno determinando insonnia e può modificare anche l’assorbimento di alcuni farmaci, soprattutto quelli per la cura delle patologie di natura epatica. E’ stato infatti dimostrato che la piperina rallenta il loro assorbimento, per cui il principio chimico rimane nel circolo sanguigno per un maggior periodo di tempo. Nessun si deve sostituire a un parere medico, perciò prima di iniziare l’assunzione di piperina è necessario chiedere un consulto al proprio medico di base. E’ importante anche non eccedere nella lunghezza del periodo di assunzione di questa sostanza: in generale è bene non protrarla per più di trenta giorni e, nel caso in cui se ne abbia ancora la necessità, si dovrà sospendere temporaneamente l’utilizzo per un mese almeno, per poi riprenderlo. Pur essendo un prodotto naturale, è comunque sconsigliata per alcune persone, come per esempio le donne durante il periodo della gravidanza e dell’allattamento e chi soffre di ulcere, ipertensione, emorroidi e reflusso gastroesofageo. Deve poi essere tenuta fuori dalla portata dei bambini. Può essere facilmente acquistata in farmacia, parafarmacia, erboristeria, grande distribuzione e, come ormai accade per praticamente ogn cosa, sul web! La si trova in varie formulazioni, come ad esempio capsule, compresse, miscele di tisane per preparare tè e decotti e integratori. Si tratta di prodotti tutti ugualmente validi, sta ad ogni singola persona scegliere quello che preferisce e considera più comodo. Problemi alla tiroide? La Piperina potrebbe aiutarti 1 Problemi alla tiroide? La Piperina potrebbe aiutarti 2