prugne secche rimedi per stitichezza e anemia

Le prugne secche come rimedi per stitichezza e anemia: frutti dal gusto dolce e facili da reperire per risolvere questi problemi sempre molto attuali.

Ecco tutti i segreti per utilizzarle al meglio.

Le prugne secche: proprietà e benefici

Le prugne secche sono un alimento eccellente e che apportano notevoli benefici all’organismo e possono risolvere e prevenire tra le altre anche anemia e stitichezza.

L’essicazione che elimina quasi tutta l’acqua dai frutti, permette ai nutrienti di concentrarsi maggiormente e l’apporto calorico risulta più alto.

Le prugne sia secche che fresche sono ricche di vitamine del gruppo B, di provitamina A e di minerali come il Potassio, il Ferro, il Magnesio e il Calcio.

Nello specifico la vitamina B3 interviene sul metabolismo migliorando anche l’assunzione dei carboidrati, mentre la provitamina A protegge la vista.

I minerali poi migliorano le trasmissioni tra gli impulsi nervosi e mantengono bassi i livelli di ansia dando anche vitalità ed energia.

Per questo le prugne, specialmente secche sono consigliate agli atleti e sportivi che svolgono attività a lunga durata.

Questi frutti sono inoltre ricchi di fibre indispensabili per il buon funzionamento e la regolarità dell’intestino, per questo sono un toccasana in caso di stipsi e per tenere sotto controllo il colesterolo cattivo e la glicemia.

Le prugne secche sono ideali anche nella cura e nella prevenzione dell’invecchiamento, per contrastare la caduta dei capelli, per preservare la buona salute delle ossa, dell’apparato respiratorio e del sistema immunitario, inoltre nutrono la pelle.

Anemia e stitichezza

Per anemia si intende una carenza significativa di globuli rossi nel sangue, cioè di emoglobina.

Quest’ultima è una proteina ricca di Ferro presente nei globuli rossi appunto, il suo compito è quello di trasportare l’ossigeno dai polmoni al resto del corpo.

Le manifestazioni classiche di questo scompenso sono stanchezza, affaticamento generale, mancanza di fiato a seconda della gravità del caso. Infine l’anemia può risultare una problematica temporanea o cronica, le cause scatenanti sono svariate e possono riguardare una carenza di vitamine e un’alimentazione scorretta, l’avanzare dell’invecchiamento, un decorso post operatorio.

I tumori, il diabete, le malattie infiammatorie croniche intestinali, le e cardiache, l’artrite reumatoide, mentre altre forme di anemia possono essere ereditarie.

Le prugne secche si rivelano un alimento da assumere quotidianamente, valid