rimedi naturali per ritenzione idrica

La ritenzione idrica è uno dei disturbi più comuni tra le donne, ma anche tra quelli considerati più fastidiosi.

Uno degli effetti collaterali di questa problematica è infatti la formazione di cellulite, ma anche un dannoso accumulo di tossine che l’organismo non riesce ad eliminare come dovrebbe.

Una regolare attività fisica può aiutare a limitare questo disturbo, ma la soluzione più valida è certamente quella di seguire un’alimentazione ricca di frutta e verdura. Vediamo quali sono i principali rimedi naturali per la ritenzione idrica.

Limitiamo il sale

Il primo passo da compiere per curare in modo naturale la ritenzione idrica è quello di impattare sul consumo di sale, di cui abusiamo moltissimo, nella sostanza.

Non si tratta solo di diminuire la quantità di sale usato in cucina, ma anche di evitare prodotti, come gli snack, ricchi di sodio e di fare attenzione alle etichette.

Oggi infatti il sale viene ampiamente utilizzato per conservare i cibi e quindi nell’insieme ne assumiamo una grande quantità.

Un’alimentazione iposodica è certamente alla base di qualunque rimedio naturale al problema della ritenzione idrica.

Succo di mirtillo

Una delle cause principali della ritenzione idrica è quella della circolazione sanguigna e linfatica incapace di smaltire velocemente le tossine che il nostro organismo tende ad accumulare.

Il succo di mirtillo puro è un vero e proprio toccasana in questi casi, grazie alla sua azione benefica soprattutto sulla funzionalità dei capillari.

Naturalmente possiamo integrare la cura anche con integratori che contengono estratti di mirtillo facilmente reperibili in qualunque erboristeria.

Gambo d’ananas

Numerosi studi hanno confermato la particolare capacità del gambo d’ananas di favorire il drenaggio dei liquidi e di contribuire a migliorare la circolazione sanguigna, rendendolo quindi un perfetto rimedio naturale contro la ritenzione idrica.

Esistono molti integratori fitoterapici a base di gambo d’ananas che si possono trovare in varie forme, dalle capsule agli estratti in polvere, così come in tinture madri.

L’assunzione regolare di gambo d’ananas per qualche settimana non può che apportare importanti benefici alla capacità del nostro organismo di smaltire liquidi e tossine.

Foglie di betulla

L’estratto di foglie di betulla è perfetto nel caso in cui la ritenzione idrica sia causata da un eccesso di consumo di sale, zuccheri e grassi, ma anche se il problema è dovuot ad un’efficiente circolazione sanguigna.

Si può ricavare semplicemente facendo macerare nell’alcol delle foglie di betulla, oppure possiamo realizzare un infuso versando delle foglie essiccate in una tazza con acqua bollente.

Naturalmente possiamo utilizzare anche i tanti prodotti a base di estratto di foglie di betulla, in genere disponibili sotto forma di capsule o di bustine da sciogliere in un po’ d’acqua.